Cosa sono i neuroendofenotipi EEG?

Immagine di un operatore di neurofeedback che lavora su un tablet
$

Scritto da: Dr. Starr, MD, FAACAP

Dott. Starr è un medico, psichiatra e neuroscienziato computazionale che si occupa di Brain-Computer Interface e Neurofeedback dal 1990.

Che cos'è un fenotipo?

Guardiamo all'etimologia, ovvero all'origine delle parole, per capire "Che cos'è un fenotipo".

L'etimologia di feno deriva dal greco e significa per mostrare. In biologia, un fenotipo è un tratto espresso da un organismo grazie al DNA ereditato dai genitori. Esempi di fenotipi sono il colore dei capelli, degli occhi e della pelle. 

Che cos'è un endofenotipo?

Esofenotipi e Esofenotipi sono tipi di fenotipi. Exo mezzi all'esterno, e questi tratti sono esterni, come gli esempi citati sopra - colore dei capelli, degli occhi, ecc. 

Gli endofenotipi sono tratti non visibili ma misurabili. Gli endofenotipi si trovano all'interno dell'organismo e segnalano un disturbo o una capacità. L'attività metabolica è un esempio di endofenotipo. Ad esempio, alcune persone tendono a diventare obese, mentre altre non aumentano di peso mangiando lo stesso cibo. In questo caso, si tratta dell'attività basale a riposo delle cellule dell'organismo responsabili dell'immagazzinamento del tessuto adiposo o del grasso. 

Che cos'è un neuroendofenotipo? 

I neuroendofenotipi sono marcatori specifici del cervello che possono essere misurati e sono riproducibili tra le popolazioni. Sono stati studiati diversi neuroendofenotipi per schizofrenia, autismo, depressione, ADHD e PTSD. Esistono anche neuroendofenotipi noti per abilità specifiche come l'intelligenza e l'attitudine alla matematica.

Che cos'è un EEG e che cos'è un QEEG?

Leggete il nostro articolo su la differenza tra un EEG e un QEEG

Che cos'è un EEG-Neuroendofenotipo 

I neuroendofenotipi possono essere misurati in molti modi diversi. Myneurva utilizza l'EEG per misurare il cervello e l'intelligenza artificiale per aiutare a identificare 12 diversi neuroendofenotipi. Questi includono disturbi dell'apprendimento non verbale, problemi di memoria, problemi di attenzione, PTSD, bipolare, depressione, ADHD, acufeni, lesioni cerebrali traumatiche, disturbo ossessivo-compulsivo ed emicrania. 

Riferimenti

L'uso di endofenotipi neurofisiologici per comprendere le basi genetiche della schizofrenia

Braff DL, Light GA. L'uso di endofenotipi neurofisiologici per comprendere le basi genetiche della schizofrenia. Dialoghi Clin Neurosci. 2005;7(2):125-135. doi:10.31887/DCNS.2005.7.2/dlbraff

Meyers JL, Zhang J, Wang JC, et al. Un approccio endofenotipico alla genetica della dipendenza da alcol: uno studio di associazione genome wide sull'EEG beta veloce in famiglie di origine africana. Psichiatria Mol. 2017;22(12):1767-1775. doi:10.1038/mp.2016.239

Bandelow B, Baldwin D, Abelli M, et al. Marcatori biologici per i disturbi d'ansia, OCD e PTSD: Una dichiarazione di consenso. Parte II: Neurochimica, neurofisiologia e neurocognizione. World J Biol Psychiatry. 2017;18(3):162-214. doi:10.1080/15622975.2016.119086

Myneurva è un leader globale nel neurofeedback e nell'analisi QEEG

Myneurva è leader mondiale nell'analisi QEEG computazionale. Il dott. Starr detiene il titolo di Brevetto USA per un Sistema e metodo di analisi dei segnali elettroencefalografici.

Dal blog sul neurofeedback...

La seduta di neurofeedback: Cosa aspettarsi

La seduta di neurofeedback: Cosa aspettarsi Il neurofeedback si sta rapidamente affermando come metodo efficace per ottimizzare le prestazioni mentali e alleviare i sintomi legati a varie patologie come depressione, TBI, ADHD e ansia. Per gli atleti, rappresenta...

Neurofeedback nei centri di riabilitazione: Un percorso di recupero

Neurofeedback nei centri di riabilitazione - Introduzione I centri di riabilitazione sono alla continua ricerca di metodi innovativi per sostenere i pazienti nel loro percorso di recupero. Una tecnica promettente che si sta affermando è il neurofeedback. Questo articolo esplora l'uso...

Il neurofeedback funziona: la ricerca dice ripetutamente di sì!

Il neurofeedback funziona? Sì, il neurofeedback può funzionare molto bene. La ricerca ha ripetutamente dimostrato che la terapia di neurofeedback può migliorare e ottimizzare il funzionamento del cervello. SommarioIl neurofeedback funziona? Perché il neurofeedback funziona? Come funziona il neurofeedback?

Guida al neurofeedback per bambini

Guida per genitori al neurofeedback per bambini: Cosa c'è da sapere Il neurofeedback è emerso come uno strumento promettente nel campo dello sviluppo e del benessere infantile, offrendo un metodo non invasivo per migliorare potenzialmente le capacità cognitive, emotive e...

Numeri di brevetto degli Stati Uniti 10.863.912 e 11.839.480

Brevetto degli Stati Uniti numero 10.863.912 e 11.839.480 Un sistema per l'analisi dei segnali elettroencefalograficiUn metodo per l'analisi dei segnali elettroencefalografici Myneurva e il Dr. Frederick Starr sono titolari di 2 brevetti degli Stati Uniti e hanno 3 brevetti degli Stati Uniti in attesa...

Mappatura cerebrale QEEG vicino a me - Sbloccare il cambiamento positivo

Mappatura cerebrale QEEG vicino a me Nella ricerca di una migliore salute mentale e funzione cognitiva, la mappatura cerebrale con elettroencefalogramma quantitativo (QEEG) è emersa come uno strumento rivoluzionario. Questa tecnica avanzata fornisce un'analisi dettagliata dell'attività delle onde cerebrali, offrendo...

Cos'è la mappatura cerebrale QEEG

Mappatura cerebrale QEEG - Introduzione L'elettroencefalografia quantitativa o mappatura cerebrale QEEG è una sofisticata tecnica di neuroimaging che fornisce un'analisi dettagliata dell'attività elettrica del cervello. Si basa sulla tradizionale elettroencefalografia (EEG),...

La scienza del neurofeedback

Un viaggio nel potenziale del cervello Nel campo del benessere mentale e del potenziamento cognitivo, il neurofeedback è emerso come un faro di speranza, promettendo un modo innovativo per riqualificare il nostro cervello. Questa tecnica terapeutica non è solo fantascienza, ma...